Centro Porsche Lugano
Tel. +41 91 961 80 60
info@porsche-lugano.ch

17.-20.02.2019 | Ice Experience in Svezia

L’Ice experience dei Centri Porsche Ticino

L’inverno è troppo allettante per lasciarselo sfuggire senza far rombare i motori delle Porsche su percorsi innevati, strade segnate da ghiaccio e freddo che mettono alla prova nervi e concentrazione. Una sfida per pochi che i Centri Porsche Ticino hanno voluto cogliere in una quattro giorni dal sapore indimenticabile ad Arvidsjaur, cittadina nell’estremo nord della Svezia, regione delle meno popolate per il clima sfavorevole all’insediamento umano. Ambiente tanto ostile quanto da mozzare il fiato per la sua straordinaria e incomparabile bellezza.

Dal 17 al 20 febbraio scorsi alcuni appassionati del marchio di Zuffenhausen hanno scelto infatti di trascorrere alcuni giorni immersi nelle maestose foreste svedesi, sfogando la propria vena sportiva a bordo di stupefacenti bolidi: Cayman, 911 e GT3 sono state alcune delle vetture che non hanno certo risparmiato emozioni ai nostri amici. Una Ice Experience in piena regola, organizzata dai Centri Porsche Ticino per una dozzina di esclusivi clienti che sulle piste innevate della piccola Arvidsjaur si sono trovati immediatamente a proprio agio.

Avventura anticipata con la sosta domenica 17 febbraio a Stoccarda, occasione per visitare nel decennale dalla sua apertura il “Porsche Museum”, straordinaria opera dall’architettura iconica realizzata a Zuffenhausen, dove ripercorrere l’evoluzione di Porsche dalla fondazione ai nostri giorni con le ultime e più innovative realizzazioni. Un viaggio nel tempo, dalla mitica monoposto Cisitalia 360 del 1947, poi la 356 Roadster del 1948 passando per la Type 804 F1 del ’62 e tanti altri bolidi che hanno contribuito a forgiare un’esclusività che è oggi l’incontrastato marchio di fabbrica Porsche.

Realtà ineguagliabile, unicità confermata l’indomani col trasferimento nella località svedese, Arvidsjaur, gioiellino sospeso nel tempo per i maestosi boschi di conifere che la circondano, poche migliaia di abitanti immersi in una natura selvaggia, piccola ma ospitale realtà dove i nostri amici hanno dato sfogo dal pomeriggio in un paio d’ore di training on ice sul vicino lago ghiacciato. Rettilinei innevati, la potenza di Porsche a inchiodarti sul sedile, l’adrenalina che ti fa sfrecciare godendo del ghiaccio scagliato in cielo da accelerate e sterzate.

Un assaggio della giornata successiva, anticipato dalla calda accoglienza riservata ai nostri amici sportivi presso l’Hotel Laponia, ambiente lussuoso in perfetto stile locale affacciato su panorama d’eccezione. I giusti ingredienti per caricarsi e affrontare le oltre sei ore di allenamento e il training notturno sulle piste della Winterwonderland. Un paesaggio spettacolare unico nel suo genere, amplificato dagli immensi spazi di una taiga punteggiata da laghi, fiumi, torbiere ghiacciate.
Poi la cena al caldo di un cottage in riva al lago, il rientro in albergo, le ultime ore di mercoledì mattina a dare ancora gas sulle piste ormai ben battute e collaudate, il Grand-Prix-tracks, la cerimonia coi vincitori di questa indescrivibile avventura ai confini del Circolo Polare Artico. Quattro giorni indimenticabili, esperienza unica nel suo genere, un mix incredibile di avventura, sport, turismo e relax: la passione Porsche nell’inverno svedese.