Centro Porsche Locarno
Tel: +41 91 735 0 911
info@porsche-locarno.ch

Primo appuntamento della Porsche Sports Cup

A inizio stagione i piloti junior Fach e Fischli riprendono il loro duello

La nuova stagione della Porsche Sports Cup Suisse è partita con successo grazie a un appassionante duello tra i due piloti sponsorizzati Dominik Fischli e Alexander Fach. Fischli ha vinto la prima gara della GT3 Cup al Red Bull Ring di Spielberg, in Austria, mentre la seconda è stata appannaggio di Fach con la sua 911 GT3 Cup. Entrambi sono supportati dal Porsche Motorsport Club Suisse e da Porsche Schweiz AG per il secondo anno consecutivo. Nella categoria GT4 Clubsport, Thomas Herbst si è imposto nella prima gara al volante di una Porsche 718 Cayman GT4 Clubsport MR, mentre Alexandre Mottet è uscito vincitore dalla seconda. Nel gruppo Open GT Leonardo Caglioni è stato inarrestabile: con la sua 911 GT3 Cup ha segnato il miglior tempo in qualifica, ha vinto entrambe le gare registrando anche il giro più veloce in tutte e due. Nella competizione di regolarità della Porsche Drivers Competition Suisse si è classificato primo Nicolas Garski grazie ai tempi sul giro più costanti.

Porsche Sprint Challenge Suisse: GT3 Cup
Il fantastico duello tra i due piloti sponsorizzati dal Porsche Motorsport Club Suisse e da Porsche Schweiz AG dello scorso campionato potrebbe continuare anche nel 2021: il vice campione Dominik Fischli e il detentore del titolo Alexander Fach hanno lasciato il loro segno già al primo appuntamento della GT3 Cup sul circuito Red Bull. Fischli ha dovuto cedere il posto a Gregor Burkard, che lo ha superato di 0,013 secondi in qualifica, ma dopo la partenza sul circuito Gran Prix di 4,319 chilometri ha assunto il comando già al secondo giro distaccando gli avversari. Fach, invece, era stato solo settimo nell’ultima sessione di prove con quasi un secondo di distacco dai primi. Per la gara di 16 giri, il diciannovenne ha fatto montare quattro nuovi pneumatici sulla sua 911 GT3 Cup da 357 kW (485 CV) e si è dovuto perciò schierare in fondo. È stato l’inizio di una divertente corsa al sorpasso prolungatasi lungo tutto il raggruppamento e conclusasi con Fach in seconda posizione. Il pilota ha anche segnato il giro più veloce in 1 minuto, 32 secondi e 249 millesimi. In qualifica gli avrebbe valso il terzo posto sulla griglia di partenza. Terza e quarta posizione sono andate a Gregor Burkard e a suo fratello Ricardo, davanti ai piloti della Porsche Racing Experience Alexander Schwarzer, Peter Hegglin e Sébastien Pidoux.

Dominik Fischli e Alexander Fach fianco a fianco in prima fila: le condizioni perfette per un’emozionante seconda gara di stagione. Fischli ha inizialmente prevalso, Fach però l’ha messo sotto pressione. All’undicesimo dei 16 giri stabiliti, il leader ha commesso l’errore decisivo: dopo un testacoda Fischli è dovuto rientrare in quarta posizione dietro a Gregor e Ricardo Burkard. È stato in grado di superare Ricardo e riconquistare il terzo gradino del podio, ma Gregor Burkard era ormai a due secondi di distanza. L’eroe misconosciuto della gara, però, è stato Mike Knutzon: lo svedese è dovuto partire dal fondo del raggruppamento con quattro gomme nuove e ha tagliato il traguardo al sesto posto. Tuttavia, cinque secondi di penalità per aver superato il limite di pista l’hanno fatto retrocedere al nono posto.

«L’inseguimento nella prima gara è stato molto divertente, anche se le numerose manovre sono state complicate; ma ho potuto dimostrare ciò che so fare», riassume Alexander Fach. «Nella seconda gara ho pressato Dominik Fischli che poi è andato in testacoda. Tra di noi non c’è stato alcun contatto. A quel punto ho portato a casa la gara.»

Porsche Sprint Challenge Suisse: GT4 Clubsport
In assenza del campione in carica Francesco Fenici, Thomas Herbst ha sfruttato il suo passaggio all’attuale Porsche 718 Cayman GT4 Clubsport MR per dimostrare immediatamente il suo talento: nelle combattutissime qualifiche – gli undici piloti più veloci erano separati da poco più di 0,8 secondi – ha segnato il miglior tempo con 1 minuto, 36 secondi e 744 millesimi. Dalla pole position ha assunto il comando della prima corsa e ha tagliato il traguardo da vincitore con il vantaggio maestoso di quasi sei secondi. Il secondo posto è andato ad Alexandre Mottet il quale, risalito dalla quinta posizione, all’ultimo giro è riuscito a relegare Alessandro Fogliani al terzo posto. Philipp Hagnauer, terzo nell’ultima prova con la sua 718 Cayman GT4 Clubsport, in gara ha dovuto cedere ai modelli MR più veloci. Il quinto posto e la vittoria di classe sono comunque notevoli. Il vice campione Laurent Misbach ha perso la seconda posizione al terzo giro scendendo al dodicesimo posto, ma è risalito in sesta posizione grazie al giro più veloce in gara. Un elogio supplementare da parte del proprio team manager è andato probabilmente a Sadamoto Takahashi che si è issato dall’undicesimo posto in griglia fino al quarto finale.

Nella seconda gara Thomas Herbst ha potuto godersi poco la pole position: subito dopo il via ha ceduto il passo ad Alexandre Mottet per riprendere poi il comando con la sua 718 Cayman GT4 Clubsport MR da 313 kW (425 CV). Un incidente al quinto giro l’ha costretto all’ottavo posto. Nonostante il giro più veloce in gara con 1 minuto, 38 secondi e 471 millesimi è riuscito a risalire solo fino alla quarta posizione. Mottet si è ritrovato in testa, ma con l’occhio fisso allo specchietto retrovisore: Laurent Misbach si avvicinava da dietro a passi da gigante. Partito in sesta posizione, Misbach ha superato rapidamente Philipp Hagnauer, Alessandro Fogliani e Sadamoto Takahashi. Giunto al traguardo Misbach si è trovato, dopo 15 giri, a soli 585 millesimi dal vincitore Mottet. Il terzo posto è andato a Takahashi davanti a Herbst, Fogliani e Hagnauer il quale ha vinto ancora una volta la classe della 718 Cayman GT4 Clubsport senza pacchetto MR. Gli altri piazzamenti sono stati appannaggio di Thomas Brauch, Patrick Schetty e Renzo Kressig.

Porsche Drivers Competition Suisse (PDC)
Nicolas Garski ha vinto la prima gara della Porsche Drivers Competition Suisse. Con la sua 911 GT3 della generazione di modelli 991 II ha percorso nove giri assai uniformi sul Red Bull Ring, discostandosi di soli 1,53 secondi dal suo tempo medio di 1 minuto, 48 secondi e 21 centesimi. Garski ha battuto il vice campione in carica Robert Schwaller, che ha registrato uno scostamento di 2,25 secondi, e il campione Peter Gafner, che ha deviato dal proprio tempo di riferimento di 3,07 secondi. Quanto possano essere diverse le strategie in questa gara di regolarità è dimostrato dai giri più veloci personali: mentre Robert Schwaller ha iniziato molto velocemente in 1 minuto, 42 secondi e 64 centesimi, il vincitore Garski ha girato in 1 minuto, 47 secondi e 78 centesimi, un po’ più lento ma con quell’inezia di regolarità in più che è stata poi decisiva.

«Nonostante le condizioni difficili abbiamo iniziato con successo la nuova stagione agonistica della Porsche Sports Cup Suisse», ha dichiarato Richard Feller, responsabile della Porsche Sports Cup Suisse. «Al Red Bull Ring abbiamo vissuto un motorsport emozionante e corretto in tutte le classi e nel paddock abbiamo mantenuto un’’atmosfera amichevole, per quanto possibile. Non avremmo potuto sperare di meglio. I nostri piloti junior Alexander Fach e Dominik Fischli hanno dimostrato ancora una volta di meritare pienamente il nostro sostegno.»

Galerie